MELTING-POT   "Métissage Culturel - Universel"
"Metissaggio e dialogo delle culture"

MELTING - POT é un programma che ha come scopo, di aprire una finestra di tipo politico e socio-culturale sul mondo africano, luogo di antiche tradizioni e di diaspore dalle origini lontane, ed a volte con conflitti mai risolti. Oltre a questo, l'attenzione sarà rivolta anche agli incontri internazionali, sulle tematiche e problematiche non solo africane, ma anche del mondo.

- Questa rubrica di Mohamed BA, sarà arricchita con documenti audio e video relativi a convegni o servizi, interviste, notizie di agenzie e quanto altro possa servire a contribuire alla conoscenza, alla Ri-conoscenza e alla difesa delle espressioni culturali- universali.

- Un augurio di buona navigazione, nel approfondire la ricerca, nei "meandri" della antropologia culturale africana e occidentale. Ed ai "profani" l'augurio di scoprire l'altra faccia del Metissaggio culturale-Universale.

Vatican - Africa

“Un passo in avanti”
Compaoré e Amadou Toumani Touré da Benedetto XVI


Dopo il sudafricano Tabo M’beki, il Burkinabe Blaise Compaoré e il Maliano Amadou Toumani Touré sono stati ricevuti (separatamente) da Benedetto XVI, il 25 maggio.
Sono stati seguiti da Absalom Themaba Dlamini, il Primo ministro dello Swaziland. Non riguardava in ogni caso di udienze private, il nuovo papa sembra risoluto a rompere con questo uso instaurato da Giovanni P.II.

VATICANO

Il successore di Papa Woytyla (Giovanni P. II) sorprende per le sue dichiarazioni in direzione del continente. Florilegio.

Benedetto XVI, L’Africa e il vizio

Non ce l’aspettavamo su questo terreno, persuasi che, per questo "Europeo" molto preoccupato dalla “décatholicisation” del suo vecchio continente, l’Africa non fosse una priorità.
Ma Joseph Ratzinger, 78 anni, ha sorpreso il suo mondo.

Uguaglianza dei sessi e competitività

Il forum di Davos (Wold Economic Forum) ha reso pubblico, il 16 maggio, un rapporto che passa al vaglio l’ineguaglianza tra i sessi in 58 paesi, di cui 36 membri dell’OCDE (Organizzazione della cooperazione e dello sviluppo economico) e 28 nazioni emergenti.

ECONOMIA

Commissione per l’Africa:
“tra dubbi e soddisfazione”



Alla iniziativa del governo britannico, la Commissione per l’Africa, creata nel 2004, ha già fatto scorrere molto inchiostro. Difficilmente criticabile in materia di obiettivi, i pareri restano divisi quanto alla concretezza delle proposte avanzate dal suo primo rapporto.

Rapporto sul governare in Africa:
Le principali raccomandazioni


1) Buon governo

Ambiente - L’Africa sotto pressione

Secondo l’Organizzazione delle Nazioni- Unite per l’agricoltura e l’alimentazione (FAO), sono i paesi d’Africa subsahariana che pagheranno il “più pesante tributo” al riscaldamento climatico del pianeta, a ragione del suo impatto sulla riduzione delle terre agricole e la scarsa capacità di questi Stati a “compensare il calo della produzione grazie a delle importazioni di generi alimentari”.

Solidarietà - Timida giornata dell’Africa

La giornata dell’Africa, commemorata ogni anno il 25 maggio, dalla creazione dell’Organizzazione dell’unità africana(OUA)nel 1963- sostituita nel 2002 dall’Unione Africana- è passata quasi inosservata sul continente, mentre numerosi paesi europei hanno espresso la loro solidarietà. Il papa Benedetto XVI° ha particolarmente chiesto alla comunità internazionale di rinforzare il suo sostegno all’Africa.

CULTURA : SCHIAVITU'

Una giornata della memoria?

La Francia celebra il 10 maggio di questo mese la "Giornata della memoria, della tratta negriera, della schiavitù e della loro abolizione"?
Questo era almeno l'augurio del Comitato per la memoria della schiavitù (CPME), presieduto dalla scrittrice della Guadalupe , che ha consegnato il 12 aprile scorso un rapporto al primo ministro Jean Pierre Raffarin. La data proposta si riferisce al voto del 2 maggio 2001, della legge che riconosce la tratta negriera come un crimine contro l'umanità.

UNA GRANDE VOCE MALGASCIA SI E' SPENTA

Jacques Rabemananjara è deceduto il 2 aprile scorso a Parigi. Poeta scrittore ma anche uomo politico di primo piano, la sua vita fa parte integrante della storia moderna del Madagascar. Sull'esempio dei suoi pari Aimé Césaire e Léopold Sédar Senghor qualificandosi "voleur de langue" (ladro di lingua), egli ha magnificamente maneggiato la lingua francese in una opera forte e densa.

FESTIVAL DES ARTS NEGRES

Inspirato dall'episodio glorioso del 1966, il Senegal organizza per la
fine del 2006 una nuova grande festa della cultura africana.

2005 L'ANNO DELLO SVILUPPO

L'anno 2005 sarà certamente segnato da molti avvenimenti importanti, ma i due più rilevanti per l'Africa saranno verosimilmente il Summit del G8 (previsto dal 6 all' 8 luglio 2005,a Gleneagles, in Scozia) e la Rivista quinquennale della Dichiarazione del "millennium" alla Assemblea generale dell'ONU (prevista dal 14 al 16 settembre a New York).

Condividi contenuti